Regolamento

Regolamento del gruppo

 

Art. 1)  Si costituisce a Mili San Pietro (ME) la LIBERA ASSOCIAZIONE GIOVANILE: PROTEGGIAMO LA NATURA, a carattere apartitico. Il suo fine fondamentale sarà quello di far crescere la vera amicizia tra i giovani e aiutarli a maturare a vicenda; per questo essa si propone di organizzare attività culturali, sociali, ricreative, sportive e anche di salvaguardare il nostro ambiente naturale.

Art. 2) L’Associazione conta inizialmente otto soci fondatori.

Art. 3) Qualunque cittadino può chiedere, con domanda scritta, di essere accolto in qualità di socio, con la formale accettazione dell’osservanza del presente Regolamento.

Art. 4) L’Associazione è retta da un Consiglio Direttivo (C. D.) di nove membri eletti a scrutinio segreto dall’Assemblea dei soci. Tale C. D. rimane in carica un anno.

Art. 5) Il C. D. provvederà a ripartire al suo interno le cariche di: Presidente, Segretario, Amministratore e dei Responsabili dei vari gruppi che in seno all’Associazione stessa, svolgeranno le seguenti mansioni: attività culturali, bibliotecario, attività ricreative e sportive, attività sociali, ambiente naturale, redazione giornalino.

Art. 6) Il C. D. delibera validamente se sono presenti almeno sette dei membri, fra cui il Presidente.

Art. 7) Il C. D. adotta tutti quei provvedimenti che ritiene necessari per il buon andamento dell’Associazione e da esecuzione alle deliberazioni dell’Assemblea dei soci.

Art. 8) Quando il numero dei soci sarà inferiore a dieci, non verrà formato il C. D. ma, con elezioni segrete, verranno attribuite le mansioni di Presidente, Segretario, Amministratore, mentre le altre mansioni saranno suddivise tra i rimanenti soci.

Art. 9) Tutte le elezioni inerenti all’attività dell’Associazione si effettuano con votazioni interne. Risultano eletti i soci che abbiano riportato il maggior numero di voti. A parità di voti si sceglierà secondo l’anzianità di iscrizione all’Associazione.

Art. 10) Il C. D., finito il mandato, ha l’obbligo di effettuare le consegne al C. D. subentrante entro dieci giorni dall’elezione di quest’ultimo.

Art. 11) Non possono assumere cariche sociali coloro che non abbiano almeno sei mesi di anzianità di iscrizione.

Art. 12) L’Assemblea dei soci, a maggioranza della metà più uno degli iscritti, ha facoltà di sfiduciare uno o più dirigenti, oppure l’intero C. D., convocando nuove elezioni.

Art. 13) Qualora uno, o al massimo due dirigenti vengono a decadere per qualsiasi motivo, salvo in caso di sfiducia, entreranno a far parte del C. D. i soci in graduatoria che hanno ottenuto la votazione più alta.

Art. 14) Qualora un socio o un dirigente commettano azioni lesive del prestigio dell’Associazione non potranno essere candidati alle successive elezioni del C. D.

Art. 15) In tutte le riunioni i soci non possono delegare altri soci a rappresentarli.

Art. 16) L’Associazione trae i fondi necessari per la sua esistenza e per la sua attività, principalmente, dalla quota sociale che ciascun socio é tenuto a versare mensilmente, nella misura stabilita dall’Assemblea dei soci.

Art. 17) L’Associazione impiegherà il 10% delle entrate per l’acquisto di volumi per la biblioteca.

Art. 18) Il socio che, senza seri motivi, accettati dall’Assemblea dei soci, non corrisponde la quota sociale per un periodo superiore a due mesi, viene di regola espulso per morosità. Comunque, la decisione del provvedimento spetta all’Assemblea stessa, dopo un preavviso all’interessato.

Art. 19) Il patrimonio dell’Associazione è indivisibile e nessun socio o gruppi di soci potrà chiedere la divisione del patrimonio né pretendere la propria quota, neppure in caso di dimissioni ed espulsioni, sia individuali che collettive.

Art. 20) Lo scioglimento dell’Associazione può essere deliberato solo dai due terzi (2/3) dell’Assemblea dei soci che abbiano almeno un anno di anzianità di iscrizione all’Associazione. L’Assemblea in questo caso provvede a devolvere l’intero patrimonio dell’Associazione per fini di beneficenza.

Art. 21) Parimenti, ogni modifica da apportare al presente Regolamento dovrà essere deliberata da almeno due terzi (2/3) dell’Assemblea dei soci.

Mili San Pietro, 28/09/1975

(ultime modifiche apportate dall’Assemblea dei soci il 20/12/1999)

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com