MILI SEMIISOLATA

Un movimento franoso di ampie dimensioni e particolarmente preoccupante per la vicina SP 38 sta interessando, dalla serata di ieri, un intero costone collinare di contrada Pesce, esattamente al confine tra i territori di Mili San Pietro e Mili San Marco.

La frana si è abbattuta all’interno di una proprietà privata recintata da muri in cemento e da un alto cancello metallico distruggendo il rustico di un edificio e, per fortuna, non ha interessato direttamente la strada provinciale. Preoccupano le ampie crepe che si sono aperte in alcuni terrazzamenti in cemento adiacenti ed una linea di distacco che comprende tutto il costone, che potrebbe franare interamente in caso di ulteriori precipitazioni, travolgendo anche la sede stradale.

I Vigili del Fuoco hanno provveduto, nella serata di ieri, a chiudere la parte vicina della SP. Sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Provinciale e della Polizia Municipale, che hanno chiuso il transito sugli interi tratti della SP da Mili San Pietro e da c.da Bottesco di Mili San Marco fino al luogo della frana. La circolazione è dirottata sulla vecchia strada sterrata nel greto del torrente e sulla strada vicinale Mili-Tipoldo.

Su richiesta dei tecnici comunali, l’impresa che esegue i lavori nel torrente sta velocizzando le operazioni di rifinitura di uno dei due nuovi ponti, che dovrebbe a breve essere aperto per consentire il passaggio di un mezzo dell’ATM che dovrebbe provenire dalla strada del torrente.

Quel che sembra certo a giudicare dall’ampiezza del fronte franoso è che si preannunciano mesi, se non anni, di semiisolamento in attesa che il costone e la strada provinciale sottostante siano messi in sicurezza.

 

Frana SP38 26 Febbraio 2010

Flickr Album Gallery Powered By: WP Frank