A due mesi dall’alluvione

Dopo i primi interventi d’emergenza subito dopo la grave alluvione del 1 Marzo, si registrano i primi lavori di rimozione dell’enorme massa di detriti che hanno riempito il torrente a monte del villaggio. Bisogna dire che questi lavori cadono in coincidenza con la visita, nella giornata di Venerdì 6, da parte del sindaco Buzzanca delle aree a rischio sicurezza del nostro villaggio (a ciascuno la propria opinione su questo…). Il sindaco si è detto molto preoccupato della situazione di rischio a cui sono sottoposti i circa 700 abitanti del villaggio, arrivando ad affermare che il contesto è potenzialmente più grave di quello di Giampilieri.

Linkiamo l’articolo di Francesco Celi sui fatti, dalla Gazzetta del Sud di ieri:

http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaArchivio.aspx?art=65683&Edizione=13&A=20110507