Arrivederci, diacono Marino!

Due giorni fa il Signore ha chiamato a sè il Diacono Francesco Marino. Lo ricordiamo per i lunghi anni di ministero presso la nostra parrocchia, dove, dal 1989 al 2002, ha affiancato il parroco del tempo, l’indimenticato p. Domenico Milone, nel servizio pastorale.
Ecco un profilo della sua vita, da lui stesso pubblicato nel 2012 sul “Orizzonte”, giornale della comunità “S. Famiglia” del villaggio CEP, a cui apparteneva:

Mi si chiede di testimoniare, narrando alcuni avvenimenti della mia vita, il mio tentativo di vivere da buon cristiano e particolarmente da Diacono.on potevo certo rifiutare l’invito, rivoltomi dal Parroco P.

Ordinazione Diaconale in Cattedrale del Diacono Franco Marino (13 Febbraio 1988)

Antonino Caizzone, a scrivere qualche riga da inserire nel giornalino parrocchiale “Orizzonte”, anche se ciò mi ha messo in crisi.

Permettetemi, anzitutto, di ringraziare il buon Dio per i doni che mi ha elargito, primo fra tutti quello dei miei genitori, che unitamente agli educatori hanno fatto di me una persona sensibile ai bisogni dei fratelli e riconoscente dei benefici ricevuti. Essi sono stati sempre pronti a confortarmi ed aiutarmi a superare qualsiasi ostacolo.

Sin da fanciullo ho partecipato alle celebrazioni eucaristiche domenicali e festive accompagnato da mia madre.

Da adolescente ho iniziato la vita associativa presso la parrocchia S. Maria di Gesù a provinciale – Messina fino all’anno 1950, quando ho cambiato abitazione. Poi, nelle organizzazioni rette dai Padri Gesuiti, ho fatto parte della Lega Missionaria e della Congregazione Mariana, della quale sono stato tra i fondatori della sezione universitaria di Messina, con l’incarico di tesoriere.

Il 7 settembre 1968, dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza ed iniziato il praticantato presso uno studio legale, mi sono sposato, ricevendo da Dio una santa donna per moglie e madre ideale di tre figli.

Nel 1969 sono stato assunto dalla Prefettura di Messina con la qualifica di segretario comunale di Fiumedinisi come precario. Poi nel 1972, avendo vinto il concorso nazionale, come titolare.

Nel medesimo anno, abitando a Contesse nell’ambito della Parrocchia Sacra Famiglia, ho cominciato a frequentarla. Il Parroco mi ha invitato a far parte del Consiglio Pastorale e, dopo aver ricevuto il mandato di Ministro straordinario della Comunione, mi ha suggerito di frequentare la scuola superiore di scienze umane e  religiose presso l’Ignatianum. Il 10 dicembre 1983 ho ricevuto il Ministero di Accolito nella Basilica Cattedrale. Durante un pellegrinaggio ad Assisi, il 4 ottobre, festa del mio protettore S. Francesco, ho deciso di accettare la proposta di ricevere il Diaconato. Così, il 24 febbraio 1987 nella mia Parrocchia S. Famiglia mi è stato conferito il ministero dell’Accolitato e il 13 febbraio 1988 sono stato ordinato Diacono nella Basilica Cattedrale da Sua Eccellenza l’Arcivescovo Mons. Ignazio Cannavò.

Trascorso un breve periodo presso la Parrocchia Madonna delle lacrime, sono stato assegnato a quella di Mili S. Pietro, dove ho operato nei ministeri dell’Evangelizzazione, della Caritas e della –Liturgia.

Per motivi di salute, nell’estate del 2002 ho dovuto lasciare questi Ministeri e dal seguente dicembre svolgo il servizio diaconale presso il Policlinico nell’assistenza spirituale agli ammalati.

Ho benedetto le nozze ai miei figli: Luciano nel 2001 e Franklin nel 2002.

Ho battezzato tre nipoti.

Concludo invitandovi a pregare con me affinché il Buon Pastore mandi santi Sacerdoti e Diaconi alla sua Chiesa e doni perseveranza agli eletti.

Diacono Franco Marino